Nuova Fiat 500e, prenota il tuo test drive da City Garage WettingenNuova Fiat 500e, prenota il tuo test drive da City Garage Wettingen
Pubblicità
Tuttoitalia Logo web
Eventi

Nino D'Angelo live in Svizzera a febbraio 2019

Dopo il grande successo dell'anno scorso, Nino D'Angelo torna con una nuova tournée europea. La sua è una carriera seguita con rispetto sia dai suoi concittadini, che lo hanno eletto portavoce della musica napoletana, sia dagli amanti di quel genere melodico che lo ha reso tanto famoso.
Nino D'Angelo live in Svizzera a febbraio 2019
Nino D'Angelo live in Svizzera a febbraio 2019

LIve in concerto:
Ven 1° marzo 2019, ore 20:45  Théâtre Beaulieu, Losanna  
Sab 2 marzo 2019, ore 20:45  Volkshaus, Zurigo  
Sab 30 marzo 2019, ore 20:45  Musical Theater, Basilea.

Guarda le foto del concerto a Zurigo

Foto Manuela Sarcinelli

Gaetano D'Angelo, in arte Nino, cantautore, attore per il Teatro e per il Cinema, produttore discografico e teatrale; è oggi uno dei più conosciuti e apprezzati rappresentanti della cultura partenopea. Nel 1976, grazie all'aiuto della famiglia, Nino riesce a incidere il suo primo 45 giri, dal titolo "'A storia mia ('O scippo)". Poi l'approccio col cinema agli inizi degli anni '80: il successo arriva con i film "Lo studente", "L'Ave Maria" e "Tradimento e Giuramento". Nel 1981 scrive uno dei suoi più grandi successi, "Nu Jeans e 'na Maglietta" e da li un susseguirsi di successi.

Riproponiamo alcune risposte dell'artista dell'intervista del 2018.

Tuttoitalia: Ritornando alla tua musica, non è scontato che le canzoni più famose siano sempre amate da chi le ha scritte. Qual è il rapporto con la canzone che ti ha cambiato la vita? «Ho un grande rispetto per 'Nu jeans e 'na maglietta e la canto sempre volentieri perché non posso rinunciare a proporre una canzone così bella. Anzi, ringrazio sempre l'ispirazione che ebbi quella mattina in cui l'ho scritta. Devi sapere che tengo molto anche alle canzoni meno famose, infatti una parte del mio ultimo album Nino D'Angelo 6.0 è dedicata ai pezzi che sono piaciuti meno al pubblico e l'ho chiamato I miei più grandi insuccessi. Li ripropongo perché fanno parte di me a prescindere».

Tuttoitalia: Cosa ne pensi della contaminazione di generi musicali diversi? «Per lo spettacolo al San Paolo sono venuti ad omaggiarmi rapper come Rocco Hunt e Clementino e, anche se per me la musica è melodia, ammetto che sperimentare qualcosa di nuovo sia intrigante. Mi farebbe piacere sentire cantare le mie canzoni dai giovani anche usando stili diversi».

Galleria foto

Publicité
Pubblicità
Advertising
Werbung

Continua con la lettura

Read on

Weitere News lesen

Continuer à lire