Nuova Fiat 500e, prenota il tuo test drive da City Garage WettingenNuova Fiat 500e, prenota il tuo test drive da City Garage Wettingen
Tuttoitalia Logo web
Attualità

«Gli Effetti del riscaldamento globale sono visibili» L'austronauta italiano Luca Parmitano sul Ghiacciaio Gorner nel Vallese

Il pianeta che cambia. Abbiamo incontrato a Milano, in occasione della rassegna di eventi organizzati per il #ALL4CLIMATE2021, l’astronauta Luca Parmitano, tra gli ospiti della confererenza “Il pianeta che cambia – Uno sguardo dall’alto” organizzato dall’ Agenzia Spaziale Europea in collaborazione con il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia di Milano.
«Gli Effetti del riscaldamento globale sono visibili» L'austronauta italiano Luca Parmitano sul Ghiacciaio Gorner nel Vallese

#ALL4CLIMATE2021

Luca Parmitano ha raccontato della sua partecipazione di Agosto 2021 ad una spedizione di monitoraggio del Ghiacciao Goerner in Svizzera, per conto dell’Agenzia Spaziale Europea, insieme ad altri esperti Frank Paul ricercatore e Daniel Farinotti glagiologo, entrambi riecercatori a Zurigo.

La sua testimonianza é chiara:
gli effetti del cambiamento climatico e dell’innalzamento medio delle temperature hanno impatti diretti e visibili sulla nostra Terra.

Luca racconta: «Quella che stiamo osservando è una foto del passato: ogni anno il ghiacciaio retrocede, rimpicciolisce. Qualsiasi cambiamento delle politiche di riduzione di emissione di gas serra, non sará in grado di riportare questo ghiacciaio, tutti i ghiacciai, dove erano. E nei prossimi 40 anni questo processo continuerà. I miei figli non potranno vedere il ghiacciaio come l’ho visto io. Visitare il ghiacciaio di persona e vederlo com’è oggi sapendo che l’anno prossimo sarà già diverso ha un grande impatto emotivo. Oggi sono qui come testimone di qualcosa che sta avvenendo, un testimone molto preoccupato».

I cambiamenti climatici si vedono anche dallo spazio

Sono inoltre diverse le testimonianze fotografiche che Parmitano ha potuto osservare durante la sua missione Beyond conclusasi nel febbraio del 2020. Il cambiamento climatico e gli effetti delle attivitá umane sono ben visibili dall’alto, da un punto di osservazione priviliegiato, a bordo della Stazione Spaziale Internazionale a circa 400 Km di quota. Parmitano ha detto: «Già nel 2013, durante la missione Volare abbiamo fotografato vari effetti climatici, ma quello che ho visto solo pochi anni dopo è impressionante».

Luca Parmitano - Foto di: FEDERICA MOALLI
Luca Parmitano - Foto di: FEDERICA MOALLI

Gli incendi del 2019 in Australia e della Foresta Amazzonica sono solo alcuni dei chiari segnali di come l’attivitá umana ha un impatto sull’ecosistema globale. Attivitá di questo tipo aumentano il livello di sabbia nell’atmosfera, modificano il ciclo delle correnti e l’intensitá delle manifestazioni metereologiche su scala globale, strappano territorio alla biodevisitá per far posto a coltivazioni umane di carattere intensivo.  

Il riscaldamento della temperatura media terrestre ed il conseguente innalzamento del livello dei mari porterá nei prossimi decenni alla scomparsa di parti del pianeta.

Un invito ai giovani

L’intervento di Parmitano si é infine concluso con un invito a giovani: «Il Pianeta non vi appartiene, ma il suo futuro é nelle vostre mani. Spero che questa presentazione vi abbia dato il senso di urgenza. Dovete avete la forza di agire, abbiate fame di cambiamento, siate il cambiamento».

Foto di: FEDERICA MOALLI

Publicité
Pubblicità
Advertising
Werbung

Continua con la lettura

Read on

Weitere News lesen

Continuer à lire