Nuova Fiat 500e, prenota il tuo test drive da City Garage WettingenNuova Fiat 500e, prenota il tuo test drive da City Garage Wettingen
Tuttoitalia Logo web
Musica

Che orgoglio! Congratulazioni Maneskin

I Maneskin conquistano l'Europa! Trionfano all’ Eurovision 2021 con “Zitti e buoni”. «Vogliamo solo dire all’Europa, a tutti, “ Rock'n'roll never die”, il Rock and Roll non morirà mai!», urla Damiano dal palco. I Maneskin sono una bella promessa della musica italiana, con una vittoria che li consacra al grande pubblico, non solo in Italia ma in tutta Europa.
Che orgoglio! Congratulazioni Maneskin

I Maneskin sono una bella promessa della musica italiana, con una vittoria che li consacra al grande pubblico, non solo in Italia ma in tutta Europa. La rock band si forma a Roma nel 2016, i quattro componenti infatti son tutti nati a Roma. Damiano David (1999) cantante e frontman, Victoria De Angelis (2000) al basso, Thomas Raggi (2001) alla chitarra e Ethan Torchio (2000) alle percussioni. Una carriera tutta in salita, diventati famosi nel 2017 in Italia, dopo aver preso parte al “talent show X Factor”, dove si piazzano secondi, già nel 2018 ottengono il doppio disco di platino e nel febbraio 2021 vincono a San Remo, così rappresentano l'Italia all’Eurovision Song Contest 2021. Con il loro look particolare, curato dalla bassista Victoria, dall'Ahoy Arena di Rotterdam un forte augurio per la vostra carriera! Li troviamo ovunque da Facebook a Twitter, da Instagram a YouTube e ovviamente sul loro sito ufficiale.

Vogliamo riproporvi alcune parti dell’intervista concessa alla nostra giornalista Gloria Bressan in occasione del loro concerto live a Zurigo nel febbraio 2019 durante la loro tournée europea "Il ballo della vita".

«Nessun confronto, siamo unici!»

E' difficile catalogare i Måneskin: non ricordano i Beatles, ma neanche i Rolling Stone, non somigliano fondamentalmente a nessuno tranne che a sè stessi anche se i paragoni sono stati tanti e spesso azzardati o inopportuni. E' inutile cercare un comun determinatore per capire chi "ci ricordano" perché se sono riusciti in pochi mesi a sfondare nel panorama musicale italiano, guadagnandosi dischi di platino, la motivazione è solo da trovarsi in una parola: talento. Anche la loro immagine, dal trucco pesante all'outfit d'impatto e spavaldo, fa solo da contorno ad enfatizzare la loro unicità. Meriti maggiorati anche dagli anni di nascita dei componenti, dal 1999, al 2001. Sono i millenials, pronti a sfondare e a prendersi tutto.

Ragazzi dai commenti on line ai vostri video c'è un entusiasmo generale che porta i vostri fans a domandarvi spesso "Ma voi che ci fate in Italia? Siete artisti che potrebbero sfondare negli Stati Uniti…". Cosa ne pensate di queste considerazioni? Damiano «Magari! A parte gli scherzi, il primo mercato su cui ci siamo affacciati è quello italiano e dobbiamo cercare di consolidare la nostra esperienza qui prima di guardare altrove. Abbiamo grandi sogni ma ogni cosa deve fare il suo corso. La discografia americana è il top per una band ma il nostro pensiero è quello in primis di migliorarsi e avere delle certezze da sviluppare».

Quindi la priorità maggiore è quella di andare avanti a stupire chi vi ascolta, sperimentando? Victoria: «Principalmente cerchiamo di stupire il pubblico cercando di essere noi stessi, producendo la nostra musica non tralasciando la soddisfazione che dobbiamo avere per quello che facciamo. Ethan e Thomas: L'obiettivo è anche quello di superare i nostri limiti, allargare quello che è il nostro modo di comunicare cercando di piacere a un pubblico sempre più vasto. Cerchiamo anche di spaziare in diversi generi musicali senza limitarci al solo rock o funky».

Leggi l'intervista intergrale ai Maneskin del 9 febbraio 2019 a Zurigo

Guarda le foto del concerto a Zurigo

Publicité
Pubblicità
Advertising
Werbung

Continua con la lettura

Read on

Weitere News lesen

Continuer à lire