Home Tuttoitalia Official Website |   Prossimi eventi | | |
Logo Tuttoitalia.ch abbiamo un nuovo portale ->>

Tiziano Ferro Zurigo

  Svizzera

  Italia

  Cinema
  Cultura
  Eventi
  Fotogallery
  Gastronomia
  Imprenditori
  Motori
  Musica
  Scuola e Corsi
  Sostenibilità
  Sport
  Turismo
 

 

 


sabato 26 settembre 2020
 

INCONTRO CON ALBANO

«La vita è l'arte dell'incontro»  Albano Carrisi

si racconta in una VIDEO-INTERVISTA

nell' enoteca CantaVino a Kilchberg (ZH)

È un pomeriggio di fine marzo freddo e uggioso. Kilchberg, a qualche chilometro da Zurigo, è coperta da un manto di nuvole basse che piangono acqua a dirotto e che nascondono quel sole così raro e caro a tutta Zurigo.

Anche questa volta, però, noi di Tuttoitalia.ch abbiamo un appuntamento che non possiamo di certo perdere; ad ospitarci è il signor Iseli nella sua enoteca CantaVino, un pezzetto d'Italia in cui davvero potersi sentire a casa propria.

Intorno a noi un binomio inscindibile: bottiglie di vino e fotografie di Al Bano alle pareti, quasi a voler ricordare a chi ancora non lo sapesse, chi è Al Bano e soprattutto quali siano le creazioni, non solo vocali, che lui stesso produce nelle sue Tenute di Cellino San Marco in Puglia.

I minuti passano, noi rimaniamo in attesa, il vino e l'atmosfera calda ci tengono compagnia. Ecco poi che, quasi inaspettatamente, arriva lui, Albano Carrisi, noto a tutti gli italiani e non solo come Al Bano, importantissimo cantautore, attore e viticoltore italiano.

Con la sua genuinità e dirompenza è riuscito, in un baleno, a dipingere la luce del sole, del suo sole, sulle pareti dell'enoteca. La forza, la positività, la voglia di vivere… Incredibile come, in pochi attimi, tutto sembra essere cambiato, nell'aria si captano quella felicità e quel calore così vividi e puri come le sue canzoni e, seduti su un divanetto, iniziamo a fare quattro chiacchierare, come fossimo vecchi amici che non si vedono da una vita. Le premesse ci sono tutte, l'intervista ha inizio.

Visto il grande successo riscosso in Italia del suo ultimo brano "L'amore è sempre amore" con cui ha partecipato al Festival di Sanremo di quest'anno, gli chiediamo chi sia stata la sua musa ispiratrice; ci risponde che questa canzone gli è stata scritta da Maurizio Fabrizio, noto cantautore da lui considerato come il Puccini della musica leggera e che quindi è difficile rispondere a una domanda simile quando il testo non lo si ha scritto in prima persona. «L'importante - dice - è cantare ed esistere sempre con grazia e felicità».

Sanremo a parte, le canzoni di Al Bano hanno rappresentato per molti suoi coetanei un filo conduttore della loro giovinezza; sono molti i fan che, in passato fino ad oggi, hanno condiviso con lui le sue canzoni, le hanno vissute, le hanno fatte proprie portandosele con sé fino ai giorni nostri. L'orgoglio per questo dev'essere davvero tanto.

Lui, con molta modestia e onestà ci risponde che «Quando canto non penso al successo che potrà avere una singola canzone o un disco, faccio musica e basta. Quando scoppiò il fenomeno Albano negli anni '60 con la canzone "Nel Sole", non riuscivo a rendermi conto del successo che stavo avendo. Lo stile di vita cambiò rapidamente e completamente.

Era tutto diverso, la gente era attratta dalle mie canzoni, mi seguiva in tour come anche in spiaggia. Ma ribadisco, quando si canta per amore non si dà importanza al successo della propria canzone, anche se, da ben oltre 40 anni, devo ammettere che sono umilmente attratto da tutto ciò che la gente mi regala, il loro affetto, il loro calore, sono qualcosa di unico».

Nella sua autobiografia "È la mia vita", ha scritto 'Posso raccontare le pagine della felicità e anche quelle della profonda tristezza, sapendo che non sono affogato mai nell'una e nell'altra'; vogliamo essere un po' taglienti e chiedergli se questo significhi se non è mai riuscito a vivere fino in fondo la sua vita.

Scuote la testa e dà uno schiaffo nel vuoto, dopotutto, ad un tipo come lui, non si possono fare certe allusioni! «Ho semplicemente preso coscienza sia della dimensione del grande successo sia della disperazione. Sono come un marinaio, quando fa bel tempo si viaggia con serenità. L'importante è conoscere, l'importante è sapere come ci vuoi arrivare ai tuoi obiettivi. Il successo o l'insuccesso non mi hanno mai cambiato in prima persona».

Tutti sanno che Al Bano non è semplicemente italiano, ma soprattutto pugliese! Le sue origini, la sua terra, il sole e il mare, la sua Cellino San Marco sono parte del suo essere, che lo accompagnano sempre dovunque lui sia. Con estrema convinzione e fermezza ci dice che «Si deve capire dove, quando, perché si è nati e cosa rappresentano i tuoi genitori per te. Bisogna dare a tutto un valore.

Poi tutto diventa semplice e palese. Amo la vita grazie al senso che i miei genitori mi hanno trasmesso. Amo la mia provenienza ed ora non sarei così se non avessi vissuto come ho vissuto, grazie appunto ai miei genitori che mi hanno insegnato che bisogna lavorare sempre e duramente. Poi sono successe delle cose che, successivamente, mi hanno portato ad essere l'Albano che tutti conoscono. Ora vivo in un sano equilibrio.
Tanta gente, invece, purtroppo sbanda e si fa del male. Trovo che, per evitare che accadano cose brutte, bisogna avere un sano senso religioso di vita».

È dunque per amore della sua terra che Al Bano non è solo cantante, ma anche imprenditore. La produzione di vini e olio nelle tue tenute di Cellino San Marco è rinomata in tutto il mondo, in Svizzera in particolar modo. «Spesso - ci spiega - mi hanno chiesto "ah, ma perché vendi il vino, lo fai solo perché sei famoso?" Io, invece, tengo molto a ricordare che sono nato prima nel mondo del vino, prima ho lavorato con e per il vino, poi ho intrapreso la carriera musicale, ed infine son tornato a lavorare col vino, una delle mie più grandi passioni. Nella vita, scelgo solo ciò che nasce da una sana passione, proprio come il vino. La passione è sempre un successo è come un vulcano che emette energia».

Il suo sorriso è contagioso, la sua verve innata ci travolge e quegli occhi azzurri risplendono di un'energia unica. C'è ancora spazio, allora, per l'ultima domanda, dedicata ai peccati capitali del mondo del gossip e dello spettacolo e a quanto essi incidano sulla vita artistica di un cantante.

Con molta sincerità ci risponde che sì è sempre nel mirino dei media e che a volte si è sentito anche sfruttato, ma «bisogna mettere in conto che quando l'indice di gradimento sale, i media ti attaccano in modo spropositato. Come si suol dire non puoi avere la botte piena e la moglie ubriaca».

Ormai il tempo a nostra disposizione è giunto al termine, ancora qualche minuto per ricordare al suo grande pubblico e ai nostri carissimi amici di Tuttoitalia.ch del suo ritorno a Zurigo previsto per il 16 maggio al Kongresshaus alle ore 20.00, data in cui, non solo si esibirà in un suo concerto, ma, dopo il live, si fermerà a cena con una cerchia ristretta di amici e fan presso il Restaurant Brasserie nelle sale del Kongresshaus,
per prenotazioni chiamare il numero 044 377 55 77
o ticketcorner


La musica - ci dice a gran voce - è vita e passione, quindi vi aspetto sabato 16 maggio numerosissimi. Per chi ama, il sole non tramonta mai; e di amore Albano ne ha regalato parecchio.

Letizia Consonni
Guarda l'intera videointervista con Albano in esclusiva sul sito www.tuttoitalia.ch

 

E-Mail

Password
 

 


Attualità Svizzera | Attualità Italiana | ASSOII | Aziende | Benessere & SaluteEconomia & Finanza
Eventi & Spettacoli | Gastronomia | Motori | Società & Cultura | Sport | Turismo

Ufficio Tuttoitalia Zurigo  

 

Tuttoitalia GmbH
Media & Marketing
Hermetschloostrasse 77, 8048 Zürich
Tel. 044 542 11 00
redazionetuttoitalia.ch - www.tuttoitalia.ch

MwSt. Nr. CHE-112.327.968