Home Tuttoitalia Official Website |     Prossimi eventi italiani | | |
Logo Tuttoitalia small   Uccio De Santis
Nek

  Svizzera

  Italia

  Cinema
  Cultura
  Eventi
  Fotogallery
  Gastronomia
  Imprenditori
  Motori
  Musica
  Scuola e Corsi
  Sostenibilità
  Sport
  Turismo
 

 

 


lunedì 19 agosto 2019
 

L'OPERA UNA VERA AMBASCIATRICE D'ITALIA NEL MONDO

L'Opera una vera Ambasciatrice d'Italia
nel Mondo

La grande opera di Giuseppe Verdi ha incantato gli oltre mille invitati nel prestigioso Palazzo delle Nazioni Unite a Ginevra dove si è tenuta una serata di immenso valore musicale, impreziosita dalla presenza di Gianni Bella, Mogol e della loro "Capinera". (galleria fotografica)

«L'Opera, fuori dal Teatro dell'Opera». Il concetto, a pensarci bene, è davvero straordinario. Giovedì 9 ottobre siamo stati testimoni di uno spettacolo magnifico. Sul palco dell'immensa e suggestiva Aula delle riunioni plenarie del Palazzo delle Nazioni Unite di Ginevra si è esibita l'Orchestra dell'Opera Italiana. Il nome di questa orchestra, perfettamente scelto, è come l'Opera stessa: senza confini di spazio e tempo.

L'Opera Italiana é immortale: la lingua franca della musica classica, non per altro, é proprio l'italiano. E questo ci riempie di orgoglio e ci invita a riflettere con maggiore attenzione sul patrimonio che ereditiamo dai grandi della storia della musica. Puccini, Rossini, Paganini, Vivaldi, Mascagni,... e, forse il più grande di tutti, Giuseppe Verdi.

Grazie alla magnifica direzione del giovane Maestro Michelangelo Mazza ed alla performance eccellente di tutti i membri dell'"Orchestra dell'Opera Italiana", abbiamo assaporato il meglio delle Arie Verdiane. Traviata, Nabucco, Rigoletto, Macbeth, Falstaff e l'immortale Aida. Brani ispirati e d'ispirazione, tanto per il popolo contemporaneo a Verdi, tanto per le generazioni che nella sua musica si sono ritrovare e formate. Lo spettacolo, sorbito tutto d'un fiato dall'ouverture sulle note del "Va'Pensiero" fino all'ultimo e bene augurante brindisi a tempo di valzer del "Libiamo ne' lieti calici", é stato inframezzato dalla prima assoluta di due arie de "La Capinera". Il melodramma moderno, musicato da Gianni Bella con l'apporto del grande paroliere Mogol, ha raccolto ovunque grandissimi consensi. Anche negli ambienti più ostici della vera melomania, il lavoro dei due maestri ha suscitato applausi a scena aperta e standing ovation. Il giusto tributo ad un esempio di lirica moderna ma così perfettamente in sintonia con le grandi opere del passato.

intervista di Norberto Cioffi da Ginevra

La promessa fatta in sede di conferenza stampa, che si é tenuta sempre giovedì 9 all'interno del Palazzo ONU, è stata mantenuta a pieno durante il concerto stesso. Il Maestro Mazza, il Tenore Marco Frusoni, il Soprano Annamaria Dell'Oste, Gianni Bella, Mogol ed il C.E.O. di Sinapsi Group www.sinapsigroup.com Davide Battistini avevano promesso uno spettacolo memorabile. L'esibizione stessa, come accentuato dalle parole di Battistini in fase di presentazione ufficiale del progetto, «va vista nell'ottica del suo potenziale didattico. L'Orchestra dell'Opera Italiana è pronta a viaggiare per il mondo portando con sé il meglio d'italia: è nostra intenzione creare una rete mondiale di collaborazioni, interscambi, nuove possibilità. Ci facciamo portavoci della cultura italiana del mondo».

Il concetto transversale dell'universalità della cultura é più e più volte confermato dagli interventi delle alte cariche istituzionali presenti alla serata. Michael Moller, direttore generale dell'Ufficio delle Nazioni Unite, conferma con decisione il ruolo unico che musica, cultura ed istruzione giocano nell'equilibrio della pace tra i paesi del mondo. Ed allo stesso modo l'Ambasciatore Maurizio Enrico Serra e l'alto rappresentante della Misssione permanente d'Italia all'ONU Amedeo Trambajolo, sottolineano la centralità della cultura, a dispetto di un periodo congiunturale che a volte, tristemente, la sacrifichi. L'iniziativa combacia quindi perfettamente con il Semestre di Presidenza Italiana del Consiglio dell'Unione Europea.

L'augurio finale, il "brindisi" appunto, è probabilmente quello di riuscire a volare sull'ali dorate del nostro immenso patrimonio storico. Sulle spalle dei giganti, i romani, Dante, Leonardo, Michelangelo, Giotto, Puccini, Brunelleschi, Manzoni, Galileo, Volta, Caravaggio, Cesare, Verdi: per guardare, con fiducia, verso un nuovo e rinascimentale futuro.


 

E-Mail

Password
 


Sfera Ebbasta

 


Attualità Svizzera | Attualità Italiana | ASSOII | Aziende | Benessere & SaluteEconomia & Finanza
Eventi & Spettacoli | Gastronomia | Motori | Società & Cultura | Sport | Turismo

Ufficio Tuttoitalia Zurigo  

 

Tuttoitalia GmbH
Media & Marketing
Hermetschloostrasse 77, 8048 Zürich
Tel. 044 542 11 00
redazionetuttoitalia.ch - www.tuttoitalia.ch

MwSt. Nr. CHE-112.327.968